Ultima modifica: 19 novembre 2017

CARNE VIVA – Mostra spettacolo contro il femminicidio

25 novembre 2017 – Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne – Biblioteca di Seveso – dalle 10 alle 12.30 e dalle 14 alle 18.30

Associazione “Amate Nemiche”, sede legale Via Vittorio Veneto 17, 20822 Seveso (MB), Codice fiscale  91137260153

CARNE VIVA

Mostra spettacolo contro il femminicidio

25 novembre 2017

Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne

Biblioteca di Seveso

dalle  10 alle 12.30 e dalle 14 alle 18.30

 

Questo progetto, ideato dall’Associazione Amate Nemiche e realizzato in collaborazione con i docenti e gli allievi di tutti e tre gli indirizzi dell’IPC “L. Milani”, con il patrocinio e il sostegno del Comune di Seveso, nasce dall’esigenza di stimolare una riflessione sulle donne vittime di violenza di genere, che sono molto spesso solo un nome su un giornale, altre una storia scritta corredata da una foto, spesso una foto tessera, qualche volta un docu-fiction di una trasmissione televisiva, nei casi più tristi solo numeri all’interno di una statistica.

Eppure queste donne sono state carne viva, una voce, emozioni, un cuore che ha battuto e di cui noi veniamo a conoscenza solo mentalmente e mai fisicamente, come se il mondo fosse un gigantesco social network dove oramai tutto brucia e in fretta si consuma e nulla lenisce una ferita, stimola una riflessione che tocchi i sensi e non solo l’intelletto.

La mostra spettacolo CARNE VIVA vuole proprio rompere il muro di carta, il vuoto digitale che chiude le donne vittime di femminicidio in una seconda tomba fatta di immagini e parole scritte, ridando vita ad alcune di loro, grazie a dieci studentesse che, opera d’arte vivente prenderanno forma davanti ai visitatori/spettatori dando voce alla poesia femminile, a quell’emozione che non gli articoli, non i video, non le trasmissioni televisive possono donare.

Dieci allieve dell’IPC “L. Milani” saranno CARNE VIVA ridendo, piangendo, raccontandosi come le vittime che interpreteranno nella speranza che altre sorelle non si aggiungano alla scia di sangue che continua ad allungarsi e mai come in quest’ultimo anno vede ragazze della loro stessa età cadere per mano di uomini che le uccidono proprio perché donne.

Volantino_femminicidio

Allegati